Elementor #1396

Avrai sentito già parlare di Google My Business, lo strumento interamente gratuito, concepito da Google, per dare una mano ai gestori di attività che necessitano maggiore visibilità. GMB è il giusto compromesso per chi desidera emergere tra i risultati di ricerca sul web. 

Grazie a questo ausilio, senza alcun costo, potrai curare la scheda dedicata alla tua attività commerciale con pochi, semplici gesti, impreziosendola di informazioni utili per i clienti abituali e quelli che potrebbero diventarlo. 

Con Google My Business comparirai su Google Maps e sarai visibile all’utente, il quale sarà prontamente aggiornato circa i dati utili, comprese eventuali offerte, relativi alla tua attività. 

Pronto ad iniziare? 

Come usare Google per business?

Il motivo per cui Google ha dato vita a Google My Business è ravvisabile nell’intenzione di semplificare in primis la vita agli utenti nel reperimento delle informazioni che cercano, in maniera celere e intuitiva. 

Perciò, una volta avviata la gestione del tuo Google My Business, basterà assicurarsi che siano presenti le informazioni di base, come l’indirizzo e gli orari di apertura, senza che sia obbligatorio cercare sul web il tuo sito di proposito. Si tratta di una corsia preferenziale, in termini di visibilità, decisamente utile. 

Se il tuo ruolo è quello di imprenditore, sai bene che la cura online dei tuoi profili, dal sito web alle pagine social, è già di per sé un dispendio di energie talvolta oneroso. Allora per quale motivo addossarsi anche la gestione di Google My Business? Molto semplicemente perché si tratta di un tipo di strumento mirato, facilmente aggiornabile, e pronto a regalarti ottimi risultati a livello di visibilità ed è semplice da utilizzare. Con il piede giusto, insomma, potrai assicurarti una fetta d’utenza pronta a fidelizzarsi. 

Come faccio a mettere la mia attività su Google?

Passiamo all’aspetto pratico, nel vero senso del termine. Per inserire la tua attività su Google My Business dovrai intanto avere un account Google associato. Nel caso non dovessi ancora averlo, dovrai allora crearlo. Subito dopo, non ti resta che andare sulla pagina di Google My Business e procedere con gli step necessari:  

  • Prima cosa di tutto, inserisci il nome della tua attività;
  • Successivamente, procedi con l’inserimento dell’indirizzo fisico dell’attività; 
  • Cerca la categoria della tua attività e selezionala; 
  • Aggiungi il numero di telefono ed eventualmente il tuo sito web, nel caso ne avessi uno;
  • La tua registrazione è conclusa. Dovrai soltanto eseguire la verifica e attende di ricevere la cartolina, una volta cliccato sulla voce “spedisci”, direttamente presso la sede che hai indicato. I tempi di attesa sono stimati sui 30 giorni massimo. 


Nel frattempo, continua ad arricchire di informazioni il tuo profilo, così che possano rivelarsi utili per il target a cui ti rivolgi. 

Come migliorare posizione su Google my Business?

Per fare in modo che il tuo Google My Business ottenga una buona visibilità, è opportuno che venga ottimizzato a dovere. In questo modo, intanto, i clienti potranno trovarti più facilmente: sia a livello fisico che virtuale. 

Tutte le indicazioni che inserirai, vengono poi processate e indicizzate da Google Search e da Google Maps. Potrai, di conseguenza, assicurarti di apparire su Google, dal momento in cui l’utente sfrutta il motore di ricerca. 

Una mano santa, sul fronte visibilità, è rappresentata dalla partecipazione dei clienti sul tuo Google My Business. Come? Attraverso le preziosissime recensioni! L’abitudine di lasciare un feedback, a seguito di un acquisto o dopo aver usufruito di un servizio, contribuisce alla crescita del tuo profilo. 

Il motivo è molto semplice: sul web è alquanto automatico basarsi sulle recensioni di chi, prima di noi, ha avuto modo di testare qualcosa. Proprio per questo, fornire un’idea al prossimo cliente, tramite la testimonianza di qualcun altro, è fondamentale e potrebbe fare davvero la differenza.

Gestione Google my business

Bene, chiarite le operazioni essenziali e preliminari, è giusto sapere che gestire un profilo Google My Business non si identifica in un’azione autoconclusiva. Tutt’altro. Si tratta anzi di un compito da aggiornare progressivamente, curandolo nel dettaglio, senza lasciarlo al caso. 

Dovrai quindi assicurarti che il modo in cui comunichi sia sempre trasparente e veritiero, tenendo in considerazione eventuali modifiche e informazioni da diffondere. Un esempio, in questo senso, potrebbe essere un cambiamento degli orari di apertura, da specificare in tempi brevi, senza incorrere nel malcontento di chi potrebbe imbattersi. 

Google My Business è, a tutti gli effetti, la tua vetrina virtuale. Sta a te curarla al meglio, cercando di mantenere il passo con tutte le eventuali novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *